Azienda Agricola "Pianporcino"
Azienda a conduzione familiare nel cuore della Val d'Orcia

Val d'Orcia Art Festival Ets

Conosciamo l'azienda



La Fattoria Pianporcino è un’azienda agricola a conduzione familiare, è situata a Pienza all’interno del Parco della Val d’Orcia e all’interno dell’Oasi di Lucciola Bella. È composta da circa 950 ettari in cui si allevano un migliaio di pecore da latte, con il quale producono Pecorino. Una delle pochissime aziende all’interno del Comune di Pienza che fa dalla produzione del latte alla trasformazione e commercializzazione del prodotto, con negozi di vendita diretti; attualmente sono 4: a San Quirico d’Orcia, uno in azienda, Chiusi Scalo e Cortona. È una filiera che parte dalla terra ed arriva al banco frigorifero.


Cosa pensa del Val D'orcia ART festival?
È una manifestazione che può portare sicuramente una nota positiva, perché non è tutto basato sul ‘pane quotidiano’, dobbiamo anche saper guardare in prospettive e le cose belle. È un evento che porterà delle persone e quindi si sa ‘gente porta gente’.

Che cosa è per lei l'arte e come pensa che questo festival possa valorizzare il territorio della Val d'Orcia?
Qui il territorio è già un’arte, se vengono artisti che portano le loro opere e la loro arte, mi sembra che ci si possa sposare tranquillamente. È un elemento positivo sempre e comunque.

Può essere una fonte di pubblicità e portare un messaggio di ripresa, di speranza, sia per l'arte che per le attività del territorio?
Il turismo c’era sì, però forse ci siamo concentrati troppo su ciò che è enogastronomia e tipicità di paesaggio e basta, far sposare e creare un connubio tra ciò che è il territorio, i prodotti tipici e facendo venire artisti e cose belle intorno, allarghiamo la platea.

Cosa l'ha portata a decidere di diventare uno sponsor di questo evento?
Diversificare, perché ognuno nel suo piccolo deve creare qualcosa. Se uno si chiude a riccio non partecipa neanche per far ripartire e germogliare qualcosa, ogni con il suo piccolo, per quello che può, dovrebbe partecipare e mettere un mattoncino, tutti i grandi muri sono fatti di piccoli mattoni. Ognuno ci dovrebbe mettere del suo, sempre!

Ci racconti la storia della sua azienda agricola, quale è la sua particolarità?
L’azienda agricola nasce nel 1982 che è l’anno in cui fu acquistata dai proprietari di allora che erano gli Origo e in quel momento era in uno stato di abbandono abbastanza importante poi grazie alla capacità dell’allevamento di animali come gli ovini, abbiamo recuperato quelli che erano i terreni marginali. Grazie alle pecore abbiamo potuto sfruttare ciò che era stato abbandonato, questo è stato il volano anche di tutta la Val d’Orcia, perché recuperare i terreni abbandonati ha dato una bella spinta. Perciò dall’82 con la vendita del latte ad un caseificio a Pienza e il grano, mentre dal ’94 ho deciso di iniziare anche con la produzione del formaggio, era una cosa pioneristica ma volevo diversificare per non fare quello che già faceva mio padre, quindi lui faceva il latte ed io lo avrei trasformato in formaggio… “due galli nello stesso pollaio per noi non avrebbero funzionato”…Il ’99 ho aperto il primo punto vendita, nel 2001 un altro punto vendita a San Quirico, perciò puntare proprio sulla vendita diretta senza intermediari, siamo riusciti a fare una discreta distribuzione diversificando anche il prodotto. Comunque sto sempre cercando di adattarmi ai tempi che corrono.

Faccia un saluto ai nostri lettori

Cari amici del sito venite a trovarci in Val d’Orcia perché oltre ad un bellissimo paesaggio potreste trovare anche cose molto interessanti, non ci sono molti altri posti in cui potrete trovare tutto ciò che abbiamo qua, quindi venite a trovarci!




Vuoi Informazioni?
Contattaci compilando il modulo con la tua richiesta.
info@valdorciaartfestival.it